Disinfezione e sterilizzazione – Claveclub
This site has limited support for your browser. We recommend switching to Edge, Chrome, Safari, or Firefox.

Disinfezione e sterilizzazione

Disinfezione e sterilizzazione: sono in molti a credere che questi due termini si equivalgano, ma non è così. Si tratta di due processi tra loro diversi e anche diversamente efficaci. Cosa si usa per la disinfezione e cosa per la sterilizzazione? Quale dei due risulta essere più efficace nella lotta contro virus e batteri? Ivi di seguito cercheremo di rispondere a queste domande e di fugare ogni dubbio.

La disinfezione è un metodo di decontaminazione, ovvero di distruzione dei microrganismi. Ma è bene sottolineare che  esso elimina solo le forme vegetative dei microrganismi – e non le spore batteriche e i virus. Pertanto questo processo non risulta essere efficace al 100%. Esiste però una disinfezione di alto livello, utilizzata perlopiù nelle strutture mediche, che è in grado di distruggere anche lalcuni virus e spore.

Solitamente, ci si serve della disinfezione per le superfici utilizzabili, come ad esempio i corrimano o le maniglie delle porte. Non è obbligatoria solo negli ospedali e nelle strutture mediche, ma anche nei saloni di bellezza.

Per quanto riguarda invece la sterilizzazione, si tratta di un processo che distrugge tutte le forme viventi di microrganismi. Viene impiegato per sterilizzare tutti gli strumenti e le attrezzature riutilizzabili, le quali risultano alla fine totalmente sicure. Un processo di sterilizzazione efficace dovrebbe essere eseguito in un'autoclave a vapore. Esistono diversi metodi di sterilizzazione che differiscono tra loro per efficacia. Tra i tanti si possono annoverare i seguenti:

  • sterilizzazione con vapore acqueo corrente,
  • sterilizzazione con ossido di etilene,
  • sterilizzazione con acido peracetico,
  • sterilizzazione a vapore con ipertensione,
  • sterilizzazione ad aria calda secca,
  • sterilizzazione con formaldeide,
  • radiazione infrarossa.

 

Disinfezione: cosa usare?

Esistono diversi modi in cui eseguire la disinfezione. La disinfezione termica utilizza acqua o vapore e una pressione adeguata (essa viene scelta per disinfettare biancheria intima, sanitari, stoviglie ecc). Un altro tipo è la disinfezione chimico-termica, eseguita su apparecchiature sensibili alle alte temperature. Ma il metodo più popolare è la disinfezione chimica, che impiega soluzioni istantanee con proprietà diverse. La scelta dell'agente dipende dal tipo di superficie che si deve disinfettare. I composti chimici includono:

  • aldeidi: tra i disinfettanti chimici più efficaci. La formaldeide possiede un'elevata efficacia battericida, viricida e fungicida, tuttavia, a causa delle sue proprietà irritanti, non viene utilizzata per disinfettare le superfici utilizzabili;
  • composti fenolici - sono ad alta attività battericida, antitubercolare e fungicida. In concentrazione fino al 5%, possono essere utilizzati per la disinfezione dei piani di lavoro. Non sono consigliate per la disinfezione di apparecchi a contatto con la pelle e le mucose, poiché possono irritare i tessuti;
  • composti del cloro: anch'essi risultano essere efficaci contro batteri, funghi e virus. Sono utilizzati per la disinfezione delle superfici, ma possono danneggiare alcune apparecchiature. Possono irritare la pelle, le mucose e gli occhi;
  • acido peracetico - un agente molto efficace con proprietà ossidanti. Su funghi e batteri, agisce dopo 5 minuti dalla sua applicazione. Non nocivo per l'ambiente, può tuttavia corrodere alcune parti di rame e acciaio;
  • iodofori - sono efficaci contro virus, funghi e batteri. Sono presenti negli antisettici e vengono usati nella disinfezione;
  • alcoli: l'alcool etilico e isopropilico sono principalmente applicabili nei processi di disinfezione. Sono efficaci dopo 10 secondi dall'applicazione contro i virus lipofili (es. influenza) e idrofili. Ciò nonostante, non distruggono le spore batteriche. Sono usati per la disinfezione della pelle e delle superfici utilizzabili. Con una concentrazione al di sotto del 50% diminuiscono considerevolmente la loro efficacia;
  • perossido di idrogeno - un agente ad ampio spettro. Non irritante e lievemente tossico.

Un altro metodo di disinfezione è la filtrazione, che elimina i microbi dai liquidi sensibili al calore e dai raggi UV. È impiegato per la decontaminazione dell'aria e delle superfici utilizzabili. Non penetra in profondità nei solidi e nei liquidi (per questo scopo vengono utilizzate lampade al mercurio). È bene sapere che la radiazione UV non uccide le spore.

L'efficacia della disinfezione dipende da molti fattori. Aumenta con il passare del tempo e con la concentrazione del disinfettante, e con alte temperature e umidità. Con la disinfezione, lo strumento non è ancora sterile e completamente sicuro. Per raggiungere un grado di efficienza del 100% è necessario usare lo sterilizzatore con autoclave a vapore, che consente di ridurre al minimo il rischio di infezione da microbi pericolosi per la salute.

Sterilizzatore UV e a sfera – miti

Sempre più spesso si sente parlare dello sterilizzatore UV. Si tratta in verità di un dispositivo che effettua una disinfezione che si concentra principalmente sull'eliminazione di microrganismi, inclusi batteri e funghi, che possono trovarsi sulla superficie degli oggetti e nell'aria. Ma come precedentemente già sottolineato, anche se il DNA dei batteri e dei virus viene danneggiato, la disinfezione non è una procedura completamente sicura e inoltre può causare molte minacce.

Lo "sterilizzatore" UV non elimina le forme di spore dei batteri. Pertanto, questo procedimento non dà risultati del tutto sicuri e sterili. Si tratta di sterilizzazione di gradi S o N, inferiori alla classe B (che è la più alta): di conseguenza, questa è un'alternativa più economica ma poco efficace.

Inoltre, i raggi ultravioletti si diffondono in maniera lineare, non riuscendo quindi a raggiungere tutti i luoghi potenzialmente infetti e consentendo ai microbi di poter sopravvivere in luoghi "nascosti". La radiazione UV deve essere solo un supplemento/supporto alla sterilizzazione. Inoltre, il tempo di funzionamento dello sterilizzatore UV è molto lungo (fino a 8 ore). Le lampade possono essere dannose per l'uomo: i raggi UV causano alle volte irritazioni sulla pelle ma possono anche provocare lo sviluppo di tumori della pelle.

Lo sterilizzatore a sfera era un metodo molto popolare anni fa ed usato per sterilizzare nei saloni di bellezza. Si tratta di un dispositivo riempito con piccole palline di vetro che si riscaldano fino a 240 gradi. La sua efficacia è però pressocchè nulla, e difatti non dovrebbe neppure essere chiamato sterilizzatore. Possono essere disinfettati solamente utensili in metallo, e non è possibile inserire completamente gli strumenti all'interno (alcuni rimangono sempre all'esterno). Inoltre, terminato il processo di riscaldamento, gli strumenti non vengono conservati correttamente, come avviene invece in un'autoclave a vapore. Già nel luglio del 1988 venne rilasciata una dichiarazione dal California Council for Hairdressing and Cosmetology, con la quale si affermò che lo sterilizzatore a sfera non può essere definito come tale perchè non effettua una vera sterilizzazione. Inoltre, secondo la Food and Drug Administration (FDA), uno sterilizzatore a sfera può rappresentare un potenziale rischio di malattia e lesioni al paziente. Tuttavia tali dispositivi vengono ancora utilizzati in vari centri estetici, probabilmente per via del prezzo basso. Ma il risparmio economico non dovrebbe mai influenzare la scelta e l'acquisto delle apparecchiature: la cosa più importante dovrebbe essere la salute e la sicurezza dei clienti e dei dipendenti.

Autoclave: l'unico metodo valido di sterilizzazione

Solo l'autoclave, ovvero lo sterilizzatore a vapore, garantisce un risultato sicuro ed efficace al 100%: tutte le forme di batteri e virus, comprese le spore, vengono con essa distrutte. L'autoclave è un dispositivo obbligatorio negli studi odontoiatrici e medici e viene utilizzato anche nei negozi di parrucchieri, nei saloni di bellezza e negli studi di tatuaggi, tutti luoghi in cui vengono eseguiti trattamenti potenzialmente rischiosi. Può essere utilizzato per sterilizzare strumenti metallici riutilizzabili, mascherine, bende e altri prodotti per l'igiene e la medicazione.

Lo strumento “autoclavato” è totalmente sterile e sicuro per il cliente e per l'operatore. La Commissione Europea ha qualificato l'autoclave come strumento chiave ufficiale per combattere la pandemia in corso, proprio perchè viene utilizzata anche per la sterilizzazione di mascherine, bende, medicazioni e altri strumenti riutilizzabili. L'autoclave non viene utilizzata solo nei saloni di bellezza, ma anche nelle strutture mediche e negli ospedali proprio per il suo tasso di eliminazione di quasi il 100% di germi o virus. Un ulteriore vantaggio è dato dal fatto che l'intero processo risulta silenzioso, oltre che molto veloce. In tutti i saloni di bellezza, parrucchieri o strutture mediche dotati di un'autoclave a vapore, potete essere certi che la vostra salute e sicurezza sono una questione prioritaria.

 

Bibliografia:

  1. Guidance COVID-19: cleaning in non-healthcare settings: https://www.gov.uk/government/publications/covid-19-decontamination-in-non-healthcare-settings/covid-19-decontamination-in-non-healthcare-settings
  2. http://store.uni.com/catalogo/en-13060-2004?josso_back_to=http://store.uni.com/josso-security-check.php&josso_cmd=login_optional&josso_partnerapp_host=store.uni.com
  3. Main Methods of Sterilization | Organisms | Microbiology, Kiruthika S: https://www.biologydiscussion.com/microbiology-2/sterilization-methods/4-main-methods-of-sterilization-organisms-microbiology/84729
  4. Sterilization guidelines, by ICRC: https://icrcndresourcecentre.org/wp-content/uploads/2015/04/sterlization.pdf
  5. Cleaning and Disinfection procedure ICPr001, by Northamptonshire healthcare: https://www.nhft.nhs.uk/download.cfm?doc=docm93jijm4n1414
  6. Do Glass Bead Sterilizers Really Work?By NLS Staff: https://www.nailsmag.com/392791/do-glass-bead-sterilizers-really-work
  7. Quick Answer: Does UV Light Kill Fungus?https://mississaugaautoloan.com/qa/does-uv-light-kill-fungus.html